fbpx

Perchè lo faccio

Scrivo.
Perchè lo faccio

12Dic, 2020

Admin - Comments (0) - Qualità della vita

Desidero rendere le persone soddisfatte della propria vita, dando voce al loro “io”

In questo articolo spiegherò perché mi piace il lavoro di Life Coach, e cosa si può ottenere lavorando su se stessi.

La prima motivazione che mi spinge ad essere qui, è la volontà di lavorare con tutte quelle persone che, come me, si fanno sempre nuove domande e vogliono migliorarsi

La seconda motivazione risiede nell’osservare questa società perennemente intrattenuta e distratta da contenuti “vuoti”. Sono convinta che sempre più spesso le persone non saranno più disposte a passare il tempo così, ignorando se stesse, e si chiederanno cosa fare altrimenti.

In quel momento mi piacerebbe che la mia esperienza di vita e le mie competenze possano essere utili agli altri per inquadrare la propria vita e dirigersi verso la piena soddisfazione, ovunque sia per ognuno.

CONSIGLI VS CONDIVISIONE

In qualità di Coach io non posso dispensare consigli, suggerimenti o dirti cosa devi o non devi fare. Nel mio blog desidero condividere pensieri e riflessioni su argomenti che riguardano la maggior parte di noi. Il mio contributo è il frutto di esperienze di vita vissuta, per le quali, a suo tempo, avrei apprezzato dei consigli pratici da parte di qualcuno. 

Oggi attraverso la mia professione posso rendere più facili la vita e le scelte degli altri.

SONO LA TUA MIGLIORE AMICA “OGGETTIVA”

Mi piacerebbe essere percepita come un’amica oggettiva che ha a cuore il tuo bene.  Spero che le mie parole possano essere un prezioso alleato per la tua quotidianità, che ti accolgano quando sei in cerca di risposte, che ti spronino a fare del tuo meglio, che ti permettano di vedere le situazioni da un altro punto di vista, che ti diano sollievo nel sapere che non sei l’unico a dover affrontare delle difficoltà e che ti diano il coraggio di fare scelte difficili e dolorose. Vorrei motivarti a risolvere i conflitti che ti bloccano e non ti permettono di essere felice. 

Penso che tutti abbiano il diritto di imparare ad ascoltare il proprio inconscio, solo che nessuno ci invita a farlo. 

CONSAPEVOLEZZA E CONOSCENZA DI SE

C’è una bella differenza tra l’essere consapevoli delle proprie scelte e conoscere se stessi. Probabilmente sei capace di prendere decisioni e gli altri ti vedono come una persona indipendente, ma essere consapevole delle tue scelte NON è sufficiente, se ogni tanto non sfidi te stesso. 

ESSERE CONSAPEVOLI NON BASTA

Inutile lamentarsi ogni giorno con gli amici, il marito, la sorella, il collega..perché scommetto che la maggior parte delle tue critiche si riferiscono a situazioni dove hai quantomeno il potere di influenzare gli effetti. Quindi prima delle lamentele sarebbe utile approfondire e valutare quali sono i vantaggi che hai a restare in quella situazione “scomoda”

Potresti scoprire qualcosa di nuovo, ma anche qualcosa che sai già, ma avrai guadagnato la consapevolezza adeguata per vivere con maggiore leggerezza la questione, o quantomeno, potresti valutare quanto a lungo sei ancora disposto a sopportarla.

CONOSCI TE STESSO

A quel punto sarai autorizzato a concentrarti su un altro “problema”, e magari uno dopo l’altro potresti anche sorprenderti ad aver sciolto dei nodi fastidiosi che ti portavi pesanti sulle spalle da anni. Quindi sarai pronto per valutare ciò che veramente desideri e quale sarà il tuo prossimo obiettivo personale. 

LA SCELTA È GUIDATA

Cresciamo con l’illusione di aver scelto consapevolmente molte delle strade che la vita ci ha proposto. In realtà non ci rendiamo conto che spesso siamo stati influenzati inconsciamente. O magari abbiamo optato per una decisione basandoci sull’amore per una persona. Altre volte ci siamo fidati di qualcuno perché ci voleva bene e non sospettavamo nemmeno che, nonostante le sue buone intenzioni, il suo consiglio era basato sulla sua esperienza di vita che per noi, forse, non era la scelta giusta. Altre volte ancora abbiamo preso una decisione perché c’era un motivo di convenienza, pur sapendo che avremmo dovuto accettare anche delle condizioni collaterali e dei compromessi.

OGNI GIORNO TU PUOI CAMBIARE IDEA

Ogni mattina quando ti alzi, tu scegli di tornare ancora una volta in ufficio a lavorare, così come scegli di saltare la palestra o di restare in una relazione che non ti soddisfa, che sia di amicizia o di amore. Esistono poi l’educazione e una morale che ci invitano a scegliere le azioni passando attraverso dei filtri e agire secondo quanto gli altri si aspettano da noi. Vorrei ricordarti che ogni giorno TU PUOI SCEGLIERE ciò che è meglio per te.

Cosa ti impedisce di agire per il tuo bene?

In fondo la scelta è tra due atteggiamenti: essere passivo davanti a ciò che accade o dare voce a ciò che senti davvero e agire.

TUTTI VORREBBERO SENTIRSI REALIZZATI SENZA FARE FATICA

Piccolo o grande che sia un obiettivo, un problema o un desiderio, il percorso da intraprendere è sempre sfidante: che si tratti di un abitudine da cambiare o di una carriera da guadagnarsi, la sfida è sempre impegnativa. 

Un obiettivo si raggiunge prendendo una serie di decisioni e agendo un solo passo alla volta.

COME STAI OGGI DAVVERO?

È ARRIVATO IL MOMENTO DI PRENDERE QUALE DECISIONE? 

DEVI SMETTERE DI FARE COSA?

Se vorrai ti accompagnerò in un percorso di consapevolezza. Ti aiuterà a fare luce sul tuo presente, a fare chiarezza in un momento particolare della tua vita, a rispettare te stesso nel prendere delle decisioni e a fare delle azioni che ti porteranno a ottenere il meglio per te e per le persone che ti sono vicine.

Sono a tua disposizione per informazioni e maggiori dettagli.
Contattami, sarò felice di risponderti.

LEGGI ANCHE: Io voglio essere felice

Foto di Francesco Zanet